Teatro Olimpico Comune di Vicenza

Search a show

21/12/2022

Segnaletica turistica, iniziata la posa delle nuove tabelle per valorizzare Vicenza città

E' iniziata oggi la posa della segnaletica turistica che indica i principali monumenti, e anche quelli meno noti, con l'obiettivo di condurre il visitatore alla scoperta delle bellezze artistiche e culturali di Vicenza, città Unesco.Sono state realizzate110 nuove tabelle.
Nel dettaglio 43 strutture da 67 per 200 centimetri riutilizzate e riadattate che comprendono 39 pannelli utili per l'orientamento, e a tal fine provvisti di una piccolamappa turistica,e pannellidedicati alla Vicenza Romana e alla Vicenza palladiana. Di queste strutture, quattro sono state collocate in corrispondenza di luoghi in precedenza privi di pannello descrittivo: Parco Querini, chiesa di Santa Maria in Araceli, chiesa dei SS. Felice e Fortunato e Loggia Valmarana. Inoltre nove totem da 90 per 235 centimetri accolgono le mappe turistiche della città. Infine sono state sistemate 53 tabelle direzionali grandi 47 per 15 o 90 o 120 centimetri.
Il progetto si completa con l'intervento in corrispondenza dei monumenti a Giacomo Zanella in piazza San Lorenzo, Giuseppe Garibaldi in piazza Castello e Vittorio Emanuele in piazza Duomo e Fedele Lampertico in piazza Matteotti, restaurati dagli studenti di Engim Veneto Professioni del Restauro, accanto ai quali verranno collocati cartelli con brevi descrizioni delle opere.
Una descrizione verrà collocata anche in piazzetta Palladio accanto al monumento ad Andrea Palladio.
Il sistema di segnaletica turistica per il centro di Vicenza è stato realizzato da CS- Communication Services di Fabio Adranno (Ferrara) il cui progetto è stato elaborato dagli uffici dei servizi comunali Suap - Edilizia privata, Turismo, Manifestazioni; Attività culturali e museali; Mobilità e trasporti. Il progetto è stato approvato dalla Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza.
La spesa complessiva è di 66.599 euro di cui 47.323,80 stanziati dal Comune e 19.276 provenienti da un contributo della Camera di Commercio e con la collaborazione del Consorzio Vicenza è e del Cisa Palladio.
L'intervento rientra nel progetto "Distretto urbano del commercio di Vicenza" per la valorizzazione del centro storico a cura dell’assessorato alle attività produttive.
I percorsi Vicenza romana e Vicenza palladiana sono stati unificati con una segnaletica che ha un layout grafico unitario, con la costruzione di un unico sistema di orientamento e informazione coordinato che presenta l’offerta turistica della città in modo globale. Alcune delle precedenti localizzazioni dei totem sono state confermate, mentre altre sono state scelte in base alle funzioni di orientamento. Il progetto evidenzia anche l’offerta turistica “minore”, non compresa negli itinerari di Vicenza romana e palladiana.
"L'intenso e operoso lavoro di riorganizzazione della cartellonistica turistica porterà in città maggior decoro e offrirà indicazioni chiare in corrispondenza dei siti turistici principali. Negli anni le tabelle turistiche si sono moltiplicate e con il tempo sono state rese a tratti illeggibili dagli agenti atmosferici, pertanto il lavoro di sostituzione portato avanti dagli uffici risulta ancor più fondamentale" - dichiara il sindaco Francesco Rucco.
"Un altro obiettivo di mandato raggiunto - sottolinea l'assessore alle attività produttive e al turismo Silvio Giovine -. Da anni ormai il nostro centro storico offriva ai turisti delle indicazioni turistiche deteriorate, non funzionali alle esigenze dei visitatori e certamente non all’altezza della bellezza del nostro patrimonio Unesco. Grazie al progetto che abbiamo presentato nell’ambito del bando regionale Distretti del commercio e alla sinergia con la Camera di Commercio siamo riusciti con grande soddisfazione a sostituirle, mettendo la nostra città nelle migliori condizioni per accogliere i turisti. Il tutto a costo zero per le casse comunali".
Aggiunge il presidente di Camera di Commercio Giorgio Xoccato: “Nell'ottica di contribuire alla valorizzazione dell'immenso patrimonio culturale che la nostra città offre ai tanti visitatori che la scelgono come meta, la CCIAA di Vicenza ha sostenuto con un proprio contributo di 19.276 euro il progetto di segnaletica turistica ideato dal Comune di Vicenza”.
Parte dei totem previsti nel progetto del Comune di Vicenza erano stati finanziati nel 2008 dalla CCIAA di Vicenza nell'ambito del progetto itinerario Palladiano per ricordare i 500 anni dalla nascita di Palladio. Oggi quei totem vengono riutilizzati per una segnaletica più moderna e funzionale e contribuiranno al miglioramento dell'immagine turistica della città.
Destinare risorse al settore turistico significa  per la CCIAA di Vicenza contribuire alla crescita dell'economia di tutto il territorio vicentino e valorizzarne la sua storia sociale, culturale ed imprenditoriale.  
Oggi la ditta incaricata dell’intervento ha iniziato a sostituire le vecchie insegne con quelle nuove, più funzionali a rendere “visibile” l’identità complessiva della città, a partire dalla sua lettura “turistica”, sia per i visitatori sia per gli stessi vicentini.
Il rinnovato sistema di segnaletica pedonale turistica accompagnerà i turisti dai parcheggi al centro storico, ed in particolare verso l’uf
ficio Informazioni e accoglienza turistica -IAT di piazza Matteotti e da qui alla scoperta della città.
La realizzazione del progetto, per cui è già stata effettuata un'analisi della segnaletica esistente, ha previsto la raccolta di informazioni
 e immagini, attraverso gli uffici comunali.
Il layout grafico è ispirato ai criteri di massima leggibilità e fruibilità e minore impatto ambientale ed è già stato adottato da altri siti Unesco in Italia e da altre città (Ferrara, Modena, Pesaro, Comacchio, Orvieto, Forlì).
Le nuove tabelle, con descrizione in italiano e in inglese, sono state realizzate riutilizzando strutture esistenti e applicando materiali moderni altamente performanti e resistenti alle intemperie.
Alcune tabelle sono provviste di mappa per l’orientamento e di Qrcode che rimanda ad informazioni storico artistiche.
Il progetto prevede l’eliminazione delle tabelle con le mappe planimetriche generali della città “a rilievo”, alcune tabelle di tipo stradale in lamiera di vari periodi, le tabelle “APT" con brevi indicazioni e altre tabelle di varia tipologia e formato.

Audio

Mer03

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.