Teatro Olimpico Comune di Vicenza

Search a show

18/07/2022

Vicenza Summer Festival: la nuova rassegna del Comune prosegue dal 20 al 24 luglio

Tra racconti di vite, commedie al vetriolo e tante risate (anche con The Pozzoli’s Famiy)

Cartellone fitto di appuntamenti questa settimana per la prima edizione del Vicenza Summer Festival, che prosegue fino al 31 luglio tra i giardini del Teatro Olimpico e del Tempio di Santa Corona. Promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza, la rassegna è firmata da Piergiorgio Piccoli alla direzione artistica ed è sostenuta da AGSM AIM, Centro Andriolo, Detto Ascensori, Loison Pasticceri dal 1938 e Farmacie Marson, con Theama Teatro e Sia Idee per la parte organizzativa.

Per tutti i gusti e ad alto tasso di qualità gli spettacoli in programma da mercoledì 20 a domenica 24 luglio.

Si parte in grande stile con Patricia Zanco, che mercoledì 20, nel giardino dell’Olimpico, proporrà il recital jazz “Il ballo”, adattamento di Daniela Mattiuzzi dell’omonimo racconto di Irène Némirovsky. Al centro una fiaba di Cenerentola rivista e corretta, disintegrandone i simboli e lavorando sulla vendetta di una figlia contro la madre colpevole di assenza d’amore, il tutto sul filo di una pungente comicità.

Giovedì 21, sempre nel giardino dell’Olimpico, “Frida, una bomba avvolta in nastri di seta”, produzione Modus – Orti Erranti dedicata a Frida Khalo, iconica pittrice messicana raccontata attraverso un monologo di e con Laura Murari, accompagnata da Antonio Canteri e Claudio Manzini: una trasposizione in racconto di alcune tra le opere più significative dell’artista, a ripercorrerne l’inquieta e travolgente esistenza.

Venerdì 22, nel giardino del Tempio di Santa Corona, appuntamento con Nautilus Cantiere Teatrale alle prese con la spassosa e graffiante commedia di Pierre Chesnot “Quattro donne e un bastardo”, diretta da Daniele Berardi e Piergiorgio Piccoli: una satira frizzante e a tutto ritmo con al centro il libertino François, contro il quale si scatena l’ira delle donne che ha ingannato.

Sabato 23, nello stesso giardino, tutta l’ironia e la leggerezza di The Pozzoli’s Family, vero e proprio fenomeno social, editoriale e televisivo con i family influencer Alice Mangione e Gianmarco Pozzoli, affiancati da Enrico Ballardini. A Vicenza approderanno con “La grande fuga”: tragicomiche storie di vita familiare, irresistibilmente comica nella sua “imperfezione” e nella quale tutti – genitori e figli – non potranno che riconoscersi.

Risate assicurate anche per l’ultimo appuntamento in programma, sempre nel giardino del Tempio di Santa Corona, domenica 24. Originale, trascinante e sorprendente il viaggio tra le note proposto dalla compagnia PEM Habitat Teatrali con la regia di Rita Pelusio: il lato divertente della lirica con “Papagheno Papaghena – I pappagalli di Mozart”, un gioco acrobatico assolutamente da gustare, fra canto, musica e comicità.

Tutti gli spettacoli iniziano alle 21.15. Biglietti numerati: interi 12 euro, ridotti (under 25 e Vi-University card) 7 euro. Biglietteria aperta nei luoghi di spettacolo da un’ora prima dell’inizio e presso l’ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT Vicenza in piazza Matteotti, 12. Possibile anche la prevendita online su www.vicenzasummerfestival.it. In caso di maltempo, gli eventi previsti nel giardino dell’Olimpico si terranno al Teatro Spazio Bixio (via Mameli, 4), quelli nel giardino del Tempio di Santa Corona al Teatro S. Marco (contra' S. Francesco, 76).

Nel sito www.vicenzasummerfestival.it il programma completo. Tra i numerosi ospiti, al festival sono attesi prossimamente Roberto Ciufoli, Nora Venturini e Giulio Scarpati.

Per informazioni 0444 322525, estivavicenza2022@gmail.com.



Galleria fotografica

Uno degli spettacoli nel Giardino del Tempio di Santa Corona Nautilus - foto Alice Mattiolo The Pozzolis Family - foto Virginia Bettoja

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.