Teatro Olimpico Comune di Vicenza

Search a show

22/06/2022

Vicenza Summer Festival, la nuova rassegna al via dal 29 giugno con i primi 5 spettacoli

Il primo sipario è per Maximilian Nisi a seguire Giovanni Giusto, Chiara Luppi, Giulio Casale e Gigi Mardegan. La rassegna è promossa dall’assessorato alla cultura

Sarà Maximilian Nisi ad aprire, mercoledì 29 giugno, la prima edizione del Vicenza Summer Festival, rassegna estiva di teatro, cabaret e musica che terrà compagnia al pubblico ogni settimana fino al prossimo 31 luglio, dividendosi tra il giardino del Teatro Olimpico e, per la prima volta, il giardino del Tempio di Santa Corona. Promossa dall’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza con la direzione artistica del regista e attore Piergiorgio Piccoli, la manifestazione è realizzata con il sostegno di Agsm Aim e di alcuni partner privati tra i quali Centro Andriolo, Detto Ascensori, Loison Pasticceri dal 1938 e Farmacie Marson, con Theama Teatro e Sia Idee a curare la parte organizzativa.

Cinque gli appuntamenti della prima settimana di spettacolo, da mercoledì 29 giugno a domenica 3 luglio.

Si inizia nel giardino dell’Olimpico, dove Maximilian Nisi e Piergiorgio Piccoli condivideranno come appuntamento inaugurale il recital The ages of man dedicato a William Shakespeare, con musiche di Stefano De Meo. Significativo il luogo scelto per la rappresentazione: il Bardo, infatti, aveva vent’anni quando nel marzo del 1585 – per volontà dell’Accademia Olimpica e con la firma di Andrea Palladio – venne inaugurato quel meraviglioso teatro che, nei secoli, avrebbe ospitato l’allestimento di tanti suoi capolavori.

Giovedì 30 giugno, nello stesso giardino, appuntamento con Maradona-D10S, spettacolo di narrazione e musica di e con Giovanni Giusto del Teatro dei Pazzi. Al centro del racconto, la vita calcistica e la contrastata esperienza umana del campione argentino, per anni fuoriclasse del Napoli.

Da venerdì 1 a domenica 3 luglio gli spettacoli si terranno invece nel giardino del Tempio di Santa Corona, affacciato sul centralissimo corso Palladio.

Si comincia in musica, venerdì, con la U.S. Band e Chiara Luppi per 70/80 Dance Funky Remember: un rinfrescante tuffo tra le note in compagnia della cantante e della formazione, protagonista di numerose apparizioni televisive (già negli anni ‘90 a Buona Domenica) e di collaborazioni ed esibizioni con artisti quali Tullio De Piscopo, Billy Cobham, Fiorello, Gino Paoli e Zucchero.

Il grande teatro-canzone di Giorgio Gaber e Sandro Luporini sarà protagonista dell’appuntamento di sabato 2 luglio, quando Giulio Casale proporrà il suo applaudito riallestimento (prodotto dalla Fondazione Giorgio Gaber e con oltre cento repliche all’attivo) di Polli di allevamento, con gli arrangiamenti originali di Franco Battiato e Giusto Pio: sempre acuto e attuale a oltre quarant’anni dal debutto, avvenuto nella stagione 1978/1979.

Domenica 3 luglio, infine, Gigi Mardegan in Diese franchi de aqua de spasemo, monologo insieme comico e intenso ispirato dalle memorie di un “dottorino” rumeno che, ancora molto giovane, fu attivo come medico condotto in un piccolo paese della campagna veneta fra il 1948 e il 1958. La regia e la drammaturgia sono di Roberto Cuppone.

Tutti gli spettacoli iniziano alle 21.15. Biglietti numerati: interi 12 euro, ridotti (under 25 e Vi-University card) 7 euro. Prevendita online su www.vicenzasummerfestival.it, oppure in biglietteria nei luoghi di spettacolo da un’ora prima dei singoli eventi. In caso di maltempo, gli eventi previsti nel giardino dell’Olimpico si terranno al Teatro Spazio Bixio (via Mameli, 4), mentre quelli nel giardino del Tempio di Santa Corona si sposteranno al Teatro S. Marco (contra' S. Francesco, 76).

Nel sito www.vicenzasummerfestival.it il programma completo. Tra i numerosi ospiti, al festival sono attesi Sergio Sgrilli, The Pozzoli’s Family, Roberto Ciufoli, Nora Venturini e Giulio Scarpati.

Per informazioni 0444322525, estivavicenza2022@gmail.com.



Audio

Mer05

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.